La nostra terra

Ci siamo posti poi il problema di mantenere e migliorare la fertilità dei suoli che ci è stata lasciata da chi ha coltivato i nostri terreni prima di noi. I concimi chimici sembrano favorire la crescita delle colture, ma in realtà uccidono la microflora del suolo e lo rendono via via più sterile e sempre più dipendente proprio da quegli stessi concimi. I contadini di un tempo, senza mezzi meccanici ma con l'aiuto di fertilizzanti naturali e con la pratica della coltura mista e delle rotazioni, riuscivano ad ottenere ottimi frutti da questi territori, mantenendo la vitalità e la fertilità del suolo. Siamo quindi tornati all'uso dei concimi organici naturali (soprattutto letame), alle pratiche di sovescio e di inerbimento, perché oltre a godere noi dei frutti della nostra terra, vogliamo garantire a chi verrà dopo di noi la fertilità del suolo che abbiamo ricevuto e, se possibile, aumentarla.